20_novembre_2016 Concerto Banda e Corale Verdi per la chiusura dell’Anno Giubilare della Misericordia

by Super User

La Banda di S. Cecilia e la Corale G. Verdi unite nel segno della grande musica, che può trasformarsi in un’isola di luce e misericordia nell’oceano di indifferenza del nostro tempo. Così la musica può diventare anche veicolo di riflessione e cammino di fede e come segno di legame con il territorio.

La domanda di San Paolo nella lettera ai Romani (Rm 8,35): "Chi ci separerà dall'amore di Cristo?", ha fatto da filo conduttore al concerto organizzato dalla Corale Verdi e dal Corpo Bandistico Santa Cecilia, in chiesa Prepositurale, per la chiusura del Giubileo della Misericordia di domenica 20 novembre 2016 alle ore 16.

"La Misericordia ha un prezzo" ha letto Adriano Muschiato dalle riflessioni di cui era anche autore e che inframmezzavano brani musicali e canti. 

Il prezzo della vita di quel Figlio di Dio fatto uomo, ma anche il prezzo del dominio del proprio egoismo, della conversione dall'indifferenza alla compassione, fino a giungere "all'infinita libertà di decidere per l'amore" (citazione di S.Agostino). 

"Un pomeriggio di musica, sì, ma anche di preghiera" ha commentato il parroco don Tiziano Vimercati. 

Infatti i pezzi scelti sia dalla Santa Cecilia, sia dalla Verdi, dall'Aria sulla quarta corda di J.S.Bach al Tu es Petrum di L.Picchi, passando per Jesus Christ you are my life e Chi ci separerà di M.Frisina, suggerivano un clima di meditazione e raccoglimento che si è poi concluso con la gioiosa manifestazione della propria Fede nel popolare 'Lauda Sion': Christus vincit, Christus regnat, Christus ímperat.

Un particolare applauso alle due compagini musicali che hanno saputo così bene collaborare inaugurando una stagione di 'comunione' che sarà sicuramente attraente ed esemplare nell'ambito della Comunità Pastorale e della città.